nav-left cat-right
cat-right

Festa della liberazione: 25 aprile di Edoardo A.

 

 

 

Oggi è il 25 aprile 2020 e nel nostro paese 75 anni fa, cioè nel 1945, vi fu un avvenimento importante cioè la sconfitta dei tedeschi e dei fascisti. I partigiani, infatti, si ribellarono dopo cinque anni di guerra in cui il nord Italia era stato occupato dall’ esercito tedesco, che obbediva a un dittatore crudele, Adolf Hitler, che aveva tolto la libertà al suo popolo e faceva uccidere persone innocenti, come gli ebrei, perché le riteneva inferiori. Hitler aveva invaso molti paesi e voleva comandare su tutta l’Europa. Gli alleati dei tedeschi erano i fascisti, italiani guidati da un altro dittatore, Benito Mussolini. Contro di loro in Italia combattevano i partigiani, cioè gli italiani che volevano, per la nostra patria, un futuro senza tiranni, in cui ciascuna persona poteva dire la sua, scegliere il proprio rappresentante e partecipare alla vita dello stato. Al fianco dei partigiani combattevano anche gli eserciti dell’America e dell’Inghilterra.

Dopo cinque anni di guerra i tedeschi e i fascisti furono sconfitti e vi fu un momento di gioia perché finì una grande guerra che era costata molti morti e l’Italia tornò libera. È per questo che oggi festeggiamo: per ricordare da dove viene la libertà del nostro popolo.

 

Edoardo Antifora