nav-left cat-right
cat-right

POESIA DELL’ ORSO DI AISBERG di Alessandro S.

 

Io sono un orso

Faccio male ad ogni morso ,

conquisterò il mondo,

partirò dall’ Africa ,

cioè la pancia del mondo,

mangio pesci a colazione,

che l ‘ ho chiamati con il soprannome,

“biancanevi”, come il latte zuccherato,

però c ‘ è una cosa che devo superare,

lo scioglimento dei ghiacciai nel mare,

mi sembrano come una torta di gelato,

in un tiepido brodo,

però c ‘ è anche Poseidone,

a cui vanno gloria e onore.